mercoledì 14 marzo 2012

Web Designer : 10 semplici regole



Web Designer : 10 semplici regole

 Lavorare da Freelance non è una cosa facile, ci si trova spesso a dover fare un sacco di cose ed occuparsi di faccende che non c’entrano direttamente col lavoro di web design o di programmazione. Fare fatture, redigere preventivi, stipulare contratti, gestire pagamenti ed incassi, ecc. Insomma, la vita di chi decide di fare da solo è complicata e non sempre tutto fila liscio.
Una delle cose più difficile nella vita del Web Designer e/o Web Develoer Freelance è e resta la gestione del cliente, un processo che troppo spesso si trasforma in un vero incubo: pretese assurde, richieste non sempre educate, poco rispetto, pagamenti che latitano, ecc. sono solo alcuni dei problemi più frequenti.
Vediamo, di seguito, un elenco di 10 semplici regole che – mi auguro – via aiuteranno ad avere una vita milgiore ed a fare meglio il vostro lavoro:



. Monetizza il traffico del tuo sito web .


  1. Sono un professionista e voglio essere rispettato come tale! – il rispetto è un elemento fondamentale in ogni rapporto, anche e soprattutto in quelli di tipo lavorativo. Facciamo capire fin da subito ai nostri clienti che non siamo i loro schiavi, non siamo dei ragazzini che smanettano col PC, non siamo come il cugino del loro barbiere che fa i siti con Microsoft Word! Fate capire subito al vostro cliente che ha a che fare con un professionista e, di conseguenza, comportatevi come tale.
  2. Non si lavora senza fiducia – se manca la fiducia reciproca è bene interrompere subito la collaborazione; io non posso lavorare serenamente con un cliente se ho il sospetto che mi vule fregare; stessa cosa vale al contrario: se il vostro cliente non si fida completamente di voi e delle vostre capacità… vi garantisco che vi farà impazzire mettendo in dubbio tutto quello che fate!
  3. Chiarezza, chiarezza, chiarezza – nel limite del possibile mettete tutto nero su bianco; impegnatevi a fare il vostro mestiere stabilendo con precisione ogni aspetto del lavoro che dovete svolgere: chiarite subito metodologie, tecnologie, strumenti, ecc. e ricordatevi che molto spesso, per il cliente, voi siete tenuti a fare tutto quello che gli passa per la mente! se non stabilite un perimetro preciso vi ritroverete, senza accorgervi, a vagare tra gli umori, i pensieri ed i gusti mutevoli del vostro cliente.
  4. Scripta Manent – non importa se il vostro cliente sembra la persona più onesta del mondo, se è il migliore amico di vostro zio oppure un missionario sulla strada della santità: quando concordate un lavoro mettete sempre tutto nero su bianco. Ricordate che le e-mail hanno un limitato valore legale, usate quindi strumenti tradizionali (FAX, raccomandate) oppure la PEC.
  5. Il mio cellulare non è un call center!! – credo sempre che essere disponibili sia, tanto nella vita quanto nel lavoro, una buona regola, tuttavia, come in tutte le cose, ci vuole un limite! Mi è capitato, purtroppo, di avere a che fare con clienti che mi chiamavano ad ogni ora del giorno per chiedermi informazioni su qualsiasi problema legato ad Internet: perchè non mi si apre più Explorer? perchè oggi la posta non arriva? perchè la connessione è lenta? Cercate di fare capire al cliente che voi non siete un call center di assistenza generica per problemi legati al mondo dell’informatica. Se passate tutto il giorno a rispondere gratis al telefono vi ritroverete a fine mese senza i soldi per fare la spesa!
  6. L’esperto sono io o sei tu? – Come molti presidenti di squadre di calcio che si divertono a fare le formazioni, anche molti clienti hanno la pretesa di dirigerci nel compimento del nostro lavoro dicendoci, di volta in volta, cosa fare e cosa no. Questo è in assoluto uno degli errori più pericolosi ed assolutamente da evitare. Il cliente deve dirci cosa vuole e quali sono i suoi obiettivi, poi spetta a noi trovare la strada per realizzarli. Siamo noi, infatti, ad avere le competenze per svolgere il lavoro nel migliore dei modi: assecondare il cliente, infatti, porta sempre a risultati aberranti che lui stesso, il più delle volte, definirà insoddisfacenti… addossando a noi la colpa!
  7. L’acconto non è facoltativo – brutto vizio di alcuni clienti è che spesso si dimenticano di dover saldare il conto accampando, molte volte, contestazioni pretestuose o scuse assurde. Per questo motivo il mio consiglio è di pretendere sempre un acconto sostanzioso (almeno il 30% del pattuito) ed il saldo alla consegna prevedendo, a chiare lettere nel contratto di appalto, che il mancato pagamento entro il termine previsto comporterà atomaticamente alcune conseguenze per il cliente come, ad esempio, la messa off-line del sito web.
  8. Il prezzo si discute ad inizio lavori – questa, purtroppo, è una cattiva abitudine di molti clienti: al termine del lavoro chiedere uno sconto o lamentarsi del prezzo con frasi del tipo "ho visto su Internet che oggi ti fanno un sito web a 99 Euro"… se un cliente ha certe domande da fare le faccia all’inizio, quando, cioè, noi siamo ancora liberi di dire di no. A lavoro terminato il prezzo da pagare è quello concordato, se volevi un sito schifoso per 99 Euro perchè cavolo sei venuto da me?
  9. Gli aggiornamenti si pagano! – a distanza di alcuni mesi il vostro cliente ha deciso di aggiungere 5 pagine al suo sito web? oppure ha pensato di cambiare completamente il menu di navigazione? benissimo, sarà vostro compito informarlo preventivamente sui costi di queste modifiche facendogli capire che il fatto che voi abbiate fatto quel sito 6 mesi fa non significa che vi siete assunti l’onere di aggiornarlo per tutta la vita a gratis!
  10. Ci vuole buon senso – questa è la regola più importante di tutte. Ogni rapporto deve essere regolato dalla “carta firmata” e dal buon senso. Se il vostro cliente vi chiede, al termine dei lavori, una piccola modifica inizialmente non concordata potete anche chiudere un occhio ed accontentarlo; ben diverso se, al termine del lavoro e dopo aver approvato 5 anteprime, scopre di aver cambiato completamente idea! Se nel contratto non è prevista assistenza successiva alla messa on-line questo non significa che non dovete più rispondere alle telefonate del cliente; viceversa il cliente non può pretendere che voi passiate il resto della vostra vita presso il suo ufficio per farli capire come funziona il pannello di amministrazione di WordPress!
Tenete a mente queste 10 regole, stampatele, memorizzatele, rispettatele… e loro vi salveranno la vita!



  . Get cash from your website. Sign up as affiliate.
.


.
. . .

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com .

Elenco blog Amici

  • FARMACI come DROGHE - . Il destrometorfano (conosciuto con la sigla DMX) è un principio attivo contenuto in alcuni farmaci per la cura del raffreddore ma se assunto in grandi ...
    3 giorni fa
  • IL PIERCING FAI DA TE - Farsi un piercing da soli non è proprio un gioco da ragazzi e molto vasta è la gamma di rischi e gravi conseguenze che indurrebbero gli adolescenti a l...
    3 giorni fa
  • LA NUTRIA - Le nutrie vengono mangiate da sempre in Sudamerica. La loro carne è infatti reputata talmente prelibata che la si associa spesso a quella di lepre e con...
    3 giorni fa
  • ZORBING - . Lo zorbing è un'attività ricreativa consistente nel rotolare in discesa lungo una collina chiusi in una grande sfera, generalmente di plastica traspare...
    3 giorni fa
  • IL CORRIDOIO DEGLI ICEBERG - L’ampio canale che va dalla Baia di Baffin, all’estremo nord, fino alla regione del Labrador e e all’isola di Newfoundland, per concludersi nell’Oceano ...
    3 giorni fa
  • ARMI BIOLOGICHE - . Le armi biologiche sono recentemente considerate armi terroristiche e messe al bando da svariate convenzioni internazionali, sebbene si sospetti che St...
    5 giorni fa

Elenco blog amici

  • Perché l'olio di palma fa male - Leggere tra gli ingredienti di un alimento confezionato il nome di un olio vegetale rassicura e lascia che l'assonanza vegetale-naturale-salutare faccia ...
    1 settimana fa
  • Meglio https per il Tuo Url - *ATTENZIONE! * *Mentre sei su FB, guarda il tuo indirizzo URL in alto. * *Se vedi "http:"invece di "https:" allora tu NON hai una sessione protetta e può ...
    1 settimana fa
  • MODI DI TRUFFE - La truffa è una delle insidie più pericolose del nostro tempo,oggi è possibile essere truffati in molti modi ingegnosi che neanche ci immaginiamo. L’att...
    1 settimana fa
  • Numeri Identificativi per la Polizia Italiana - Codici Identificativi sulle Divise della Polizia Guadagnare tempo. Appellarsi a qualsiasi iter e cavillo legislativo pur di non far giungere il provvedim...
    2 settimane fa
  • Gif per 8 Marzo - *La prima “Giornata della donna” fu celebrata ufficialmente negli Stati Uniti il 28 febbraio 1909, mentre in alcuni paesi europei si tenne per la prima v...
    1 mese fa