lunedì 4 gennaio 2016

LA PAURA DI VIVERE



Sempre più persone hanno paura di vivere.

L’insicurezza e la fragilità sono figlie della confusione, cioè della incapacità di tradurre tutte le esperienze apprese (i vissuti psicologici, le percezioni e tutto il materiale che ci circonda) in qualcosa di utilizzabile nel mondo reale.

La paura di vivere si riconosce dal vivere in mezzo ai fantasmi, dal crescere delle dipendenze, come quella da Internet, gioco d'azzardo o shopping compulsivo, per esempio. In quest'ultimo caso, ciò che si compra non viene utilizzato, perché non serve come oggetto, ma è considerato nella sua effettiva importanza, in quanto placa lì per lì il bisogno urgente, ed ecco che le persone affette da shopping compulsivo non sanno riconoscere i loro autentici desideri verso la vita, e il vivere. Ecco quindi che si chiude il cerchio con la paura di vivere.
La paura di vivere si esprime per esempio anche attraverso i graffiti e scarabocchi che imbrattano i muri delle città: i giovanissimi diventano passivi e masochisti, poichè hanno perso la bussola di orientamento e non sanno né cosa fare, né dove andare e si vuol comunicare la paura di staccarsi dall’illusione che nel frattempo si è ricreata nell'ambiente protettivo familiare. Chi ha paura di vivere ha paura di staccarsi dal guscio, è una forma di difesa che nasconde la speranza che qualcuno indichi una via più sicura.

Gli psicoanalisti John Bowlby e Peter Fonagy, psicoanalisti inglesi che hanno studiato la teoria dell’attaccamento, i giovani non avendo avuto messaggi chiari, ma anzi pieni di contraddizioni camminano in un terreno del quale poco si fidano. Il punto è che oggi questa paura sta intaccando anche i meno giovani che hanno sempre più paura di non farcela.

L’ansia o il così detto disturbo d’ansia generalizzato, è uno stato di sofferenza che non si riesce a controllare, e dove è presente una eccessiva preoccupazione per una grande quantità di situazioni, tipo andare al lavoro o uscire di casa, essere in costante agitazione per la salute dei familiari, avere paura di piccoli contrattempi, temere disgrazie per sé e per i propri figli ecc.



L’ansia, di per sé non è un sentimento nocivo, perché ci aiuta ad essere attivi e pronti in caso di un reale pericolo o minaccia.

Quando però l’ansia e la preoccupazione, si attivano in maniera eccessiva, arrecando anche irritabilità, difficoltà di concentrazione, tensione muscolare, sonno disturbato ecc., e soprattutto si manifestano nei confronti di normali “circostanze quotidiane”, allora questo tipo di ansia diventa “nemica” per noi stessi e per gli altri.

Altre volte proviamo ansia soltanto per specifiche situazioni, che comunque compromettono il nostro vivere quotidiano. E’ il caso dell’ansia di esame che blocca per esempio ad un passo dalla laurea; oppure l’ansia da prestazione, che interferisce con la possibilità di vivere la sessualità come un luogo del piacere piuttosto che del “dispiacere”; o anche l’ansia sociale ossia la paura di essere giudicati in maniera negativa quando si è o si fa qualcosa davanti agli altri ecc.
In tutte queste situazioni, vivere e compiere normali azioni della vita quotidiana diventa difficile e faticoso, poiché percepiamo appunto una costante minaccia esterna, come se incontrassimo un “nemico esterno” da distruggere.
E’ proprio però continuando a non riappropriarci di questo nemico, cercando di eliminare e combattere l’ansia, che la guerra non smette di cessare. Il poter invece comprendere da quale minaccia ci stiamo davvero difendendo e il riuscire ad accettare che “la vita non è sempre sotto il nostro controllo”, significa comprendere che noi, in certi momenti, diventiamo i nostri peggiori nemici.

Per esempio, nel caso dell’ansia generalizzata, il poter comprendere quanto davvero affaticano le responsabilità lavorative o la gestione degli imprevisti, o quanto addolora vedere soffrire le persone care; può aiutare a contattare il nostro bisogno di dover essere sempre efficienti, di dover controllare tutto, e di non voler che la sofferenza faccia mai capolino nella nostra vita.

Allo stesso modo, nel caso in cui l’ansia si attiva per situazioni specifiche come per esempio l’ansia sociale, il poter comprendere che la maggior paura e preoccupazione non è tanto o solo quella del giudizio negativo dell’altro su di noi, ma che spesso siamo noi “i giudici più severi di noi stessi”, aiuta a contattare il bisogno di essere sempre bravi, efficienti ed efficaci.





Abbiamo creato un SITO
per Leggere Le Imago
Poni una Domanda
e Premi il Bottone il
Sito Scegliera' una Risposta a Random
Tra le Carte che Compongono il Mazzo
BUON DIVERTIMENTO
gratis

PER TABLET E PC

LE IMAGO
.

 ANCHE

PER CELLULARE


NON SI SCARICA NIENTE
TUTTO GRATIS


DOMANDA
CLIK
E
RISPOSTA

FAI VOLARE LA FANTASIA 
NON FARTI RUBARE IL TEMPO
 I TUOI SOGNI DIVENTANO REALTA'
 OGNI DESIDERIO SARA' REALIZZATO 
IL TUO FUTURO E' ADESSO .
 MUNDIMAGO
http://www.mundimago.org/
.

.

Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog a prezzi modici visita: www.cipiri.com .

Elenco blog Amici

  • CAFFE' AMARO - Per trarre migliori benefici dal caffè è assolutamente necessario prendere il caffè amaro, ossia senza l'aggiunta di zucchero o altri dolcificanti che n...
    5 giorni fa
  • LA PIPI' DEL CANE - . Molti cani si emozionano e fanno pipì sul pavimento se arriva qualcuno, o quando il padrone torna a casa dal lavoro. Nel cucciolo l’urinazione è una re...
    5 giorni fa
  • ICEBERG GIGANTE - Il super-iceberg si è staccato dalla piattaforma antartica Larsen C e adesso si deve far fronte alle inevitabili conseguenze. Si chiama A68 ed è uno dei...
    1 settimana fa
  • NOSTRA SIGNORA DI GUADALUPE - L’immagine mariana della Madonna di Guadalupe rappresenta un eccezionale testimonianza catechetica, che permette anche agli indigeni più umili di compre...
    1 settimana fa
  • VENDITA di SIGARETTE e MINORI - . Fin dal 1934, il Regio Decreto 2316, “Testo unico delle leggi sulla protezione e l’assistenza della maternità e dell’infanzia”, stabilisce, all’art. 2...
    2 settimane fa
  • IL PIERCING FAI DA TE - Farsi un piercing da soli non è proprio un gioco da ragazzi e molto vasta è la gamma di rischi e gravi conseguenze che indurrebbero gli adolescenti a l...
    3 mesi fa

Elenco blog amici